Corso di laurea magistrale in Architettura (Classe LM4) - 2021/2022

BANDO PER L'AMMISSIONE AA 2021/2022

LM4

BANDO PER L'AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ARCHITETTURA (CLASSE DI LAUREA LM4) A.A. 2021/2022

scarica il bando

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione per l’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Architettura (classe di laurea LM4) del dipartimento di Architettura Design e Urbanistica dell’Università degli studi di Sassari.

Scadenza delle iscrizioni alla prova di ammissione: 25 luglio 2021

Colloquio e prova di lingue: 2 agosto 2021

Per l’anno Accademico 2021/2022 il numero dei posti disponibili è fissato come segue:

- 40 posti riservati a cittadini comunitari e non comunitari ai sensi dell'art. 26 L. 189/2002

- 10 posti riservati a cittadini comunitari residenti all’estero (di cui n. 5 riservati ai cittadini cinesi)

(presentation of the course for abroad students)

 

IL CORSO DI LAUREA

LM4

scarica la presentazione del corso di laurea

Il corso di laurea magistrale in Architettura del Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università di Sassari costituisce il completamento del percorso di studi che forma la figura dell'Architetto, in grado di operare all’interno dei più diversi processi complessi di progettazione. Il corso di laurea magistrale prevede l'ampliamento delle competenze maturate nel precedente corso di laurea triennale, favorendo lo sviluppo di competenze specialistiche nel campo del progetto architettonico, urbano e territoriale secondo un approccio interdisciplinare e interscalare, nonché la conoscenza degli aspetti culturali, estetici, etici, ecologici, sociali, gestionali, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, esecutivi, normativi ed economici del progetto. 

UN CORSO DI LAUREA ORIENTATO ALL’APPROFONDIMENTO DI TEMI PROGETTUALI COMPLESSI 

Il corso di laurea magistrale in Architettura dell’Università di Sassari si focalizza sull’approfondimento di temi progettuali complessi alle diverse scale, territoriale, urbana e architettonica, ed è stato pensato come completamento di un percorso formativo capace di preparare gli studenti al mondo del lavoro e della professione, permettendogli di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze attraverso esperienze progettuali interdisciplinari capaci di esplorare e affrontare la complessità dei temi più attuali della società contemporanea.

UN CORSO DI LAUREA FOCALIZZATO SUI TEMI DELL’AMBIENTE E DEL PATRIMONIO STORICO E CULTURALE

L’obiettivo chiave del corso di laurea è la formazione di progettisti in grado di confrontarsi con competenza, consapevolezza e autonomia con la complessità dell’ambiente e del patrimonio storico e culturale secondo un approccio incentrato su durabilità e sostenibilità. In particolare, si considera la progettazione del paesaggio naturale e del paesaggio culturale con l'obiettivo di creare dei modelli abitativi individuali e sociali con carattere sostenibile, considerando come imperativa la necessità di utilizzare e recuperare al meglio il patrimonio esistente, senza dover consumare ulteriore territorio.

UN CORSO DI LAUREA CHE PROMUOVE INNOVAZIONE E SPERIMENTAZIONE

Il corso di studi favorisce lo sviluppo di figure professionali poliedriche capaci di applicare le conoscenze apprese a situazioni nuove e inedite – abilità non rispondente a regole rigide e prefissate ma maturabili attraverso una metodologia esplorativa che è al centro del progetto di conoscenza del corso di laurea. I laureati magistrali sanno sviluppare le proprie competenze tecnico-scientifiche e storico-critiche in contesti nuovi e in situazioni inedite che richiedono la sperimentazione di soluzioni progettuali innovative.

Il percorso formativo

LM4

scarica la presentazione del piano didattico per l’AA2021/2022

UN CORSO DI STUDIO CHE SI CONFRONTA CON I TEMI PIÙ ATTUALI DELLA SOCIETÀ E DEL MONDO DEL LAVORO

Il corso di laurea consente allo studente di maturare competenze ed esperienze nel campo della progettazione in riferimento ai temi più attuali della società contemporanea. In riferimento ad un mondo del lavoro in continua e rapida evoluzione e a scenari sociali in continuo mutamento, il percorso formativo che propone la Scuola di Alghero prevede la possibilità di affrontare e approfondire le tematiche e le problematiche più interessanti del panorama della contemporaneità consentendo agli studenti di personalizzare il proprio percorso formativo e caratterizzare il proprio profilo professionale scegliendo tra numerosi percorsi tematici che completano la formazione tradizionale dell’architetto permettendo di maturare consapevolezze ed esperienze progettuali anche nei campi dei cambiamenti climatici, del rischio, dei fenomeni migratori, della tutela del patrimonio paesaggistico, ambientale e storico-culturale, del benessere e della salute, della sostenibilità.

UN CORSO DI LAUREA CHE SI CONFRONTA CON LE DIVERSE DIMENSIONI DEL PROGETTO

Il percorso di studio risponde dunque alle nuove domande della società contemporanea che richiedono figure professionali flessibili e adattabili, capaci di applicare le competenze apprese a campi problematici in continua evoluzione. Per questo, il corso di laurea è finalizzato a rafforzare le consapevolezze storico-critiche, le capacità di applicare le tecniche e i metodi appresi e di elaborare le soluzioni adatte alle diverse dimensioni della complessità del progetto e della ricerca.

Le declinazioni della complessità progettuale

Nella prima parte del percorso formativo gli studenti potranno affrontare esperienze progettuali che riguardano le diverse declinazioni della complessità progettuale. Questa prima parte del percorso formativo è dunque focalizzato sulle tematiche più attuali degli scenari contemporanei, sui mutamenti e sui bisogni espressi dalla società contemporanea, sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale, sul recupero e il riuso del patrimonio costruito, sulla rigenerazione della città contemporanea, sulle nuove domande emergenti dai nuovi stili di vita e dalle nuove forme dell'economia, sui sistemi integrati di fruizione, gestione e comunicazione del patrimonio culturale, sull’innovazione tecnologica e sull’uso efficiente delle risorse.

Le declinazioni della ricerca sul progetto

Nella parte conclusiva del percorso formativo allo studente viene data la possibilità di prepararsi ad un mondo del lavoro in rapida ed imprevedibile evoluzione favorendo lo sviluppo di competenze culturali, progettuali, trasversali e interdisciplinari che comprendono sia gli interventi sulla sfera tradizionale del costruire a tutte le scale sia le declinazioni del progetto più innovative e sperimentali.

Lo studente avrà la possibilità in questa fase di ampliare gli ambiti di applicazione delle competenze progettuali, personalizzando la propria formazione e scegliendo tra un'ampia offerta di insegnamenti singoli e integrati focalizzati sulle tematiche emergenti e gli aspetti più attuali della progettazione contemporanea, caratterizzando così il proprio profilo professionale.

Questo spazio didattico e di ricerca – che verrà aggiornato, modificato e arricchito ogni anno adattandosi alle nuove opportunità che si potranno manifestare o prevedere  –  favorisce una formazione plurale, trasversale e interdisciplinare, che muove verso la formazione di figure professionali in grado di confrontarsi con la rapida evoluzione del mercato del lavoro.

Le dimensioni professionali del progetto

Il percorso formativo del corso di studio si conclude infine con un’immersione nel mondo del lavoro, delle professioni e delle specializzazioni disciplinari attraverso il tirocinio e l’elaborazione di una tesi di laurea che consente allo studente di approfondire aspetti specifici del suo percorso formativo e di caratterizzare il suo profilo attraverso la scelta di uno specifico laboratorio di tesi disciplinare e interdisciplinare tra quelli offerti annualmente dal corso di studi.

PERCORSO INTERNAZIONALE

Il corso di laurea offre tre percorsi didattici alternativi:

1) percorso locale (conferisce solo il titolo di laurea magistrale in Architettura)

2) percorso internazionale con doppio titolo: Laurea Magistrale in Architettura e "Master of Architecture", conseguito iscrivendosi allo specifico percorso internazionale e frequentando per almeno un semestre gli insegnamenti previsti presso l' Università partner di Tianjin (Cina), nonché svolgendo nel semestre successivo il tirocinio presso gli enti convenzionati con l'Università partner.

Il percorso si conclude con un'attività di fine carriera (tirocinio e dissertazione) svolta in Italia o all'estero. I laureati in Architettura hanno per questo l'opportunità di proiettarsi in un ambiente di apprendimento e di scambio internazionale e hanno maggiori opportunità di job placement.

AMMISSIONE

LM4

Per iscriversi al corso di Laurea Magistrale in Architettura bisogna:
- Provvedere alla registrazione su Self Studenti Uniss;
- Presentare una domanda online di iscrizione al concorso a partire dal 3/07 2021 ed entro le ore 23.59 del 27/07 /2021.
Per presentare la domanda, dopo aver eseguito il login su Self Studenti Uniss, andare su ”segreteria” > ”concorsi di ammissione” > selezionare il concorso di ammissione al corso di Laurea Magistrale in Architettura (classe di laurea LM4) e Ammissione seguire le istruzioni.

Una commissione valuterà le domande pervenute e predisporrà una graduatoria sulla base del voto di laurea, del curriculum degli studi (con esami sostenuti),
delle eventuali esperienze internazionali, del portfolio e di un colloquio in modalità telematica in cui si verificherà anche che il candidato sia in grado di utilizzare fluentemente almeno una lingua dell’Unione
Europea oltre l’italiano. In luogo del colloquio la verifica di tale requisito può essere effettuata allegando al curriculum una certificazione di almeno di livello B2.
I candidati utilmente collocati in graduatoria dovranno provvedere all’immatricolazione.

SBOCCHI PROFESSIONALI

La libera professione, anche in forma associata, è tra gli sbocchi occupazionali tipici. Impieghi della figura professionale dell'architetto sono, tra gli altri, anche quelli presso uffici tecnici di enti pubblici ed imprese private, in studi di architettura e di ingegneria operanti nel campo della progettazione architettonica o della produzione dei processi e dei manufatti edilizi.

Il laureato magistrale in Architettura può conseguire l'abilitazione per l'esercizio delle seguenti professioni regolamentate: Architetto, Dottore agronomo e Dottore forestale, Ingegnere civile e ambientale, paesaggista, Pianificatore territoriale.

L’esercizio dell’attività professionale (dopo aver superato l'Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione e l'iscrizione all'Ordine Professionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori - sezione A dell'albo) riguarda in particolare

  • la ricerca applicata nel campo dell'architettura e dell'ingegneria civile;
  • la progettazione di edifici e manufatti civili e nei processi ideativi e procedurali connessi;
  • la progettazione di interventi di restauro di beni architettonici anche di carattere complesso;
  • il coordinamento dei processi utili per rilevare, rappresentare, progettare, sovrintendere alla costruzione e alla manutenzione dei manufatti e degli impianti d'uso e dei sistemi legati alla sicurezza;
  • l' analisi dei costi  e valutazioni  economiche delle opere edilizie.

La laurea magistrale consente inoltre di accedere a master universitari di secondo livello nonché a corsi di dottorato di ricerca.

Infine i laureati potranno accedere alle classi di concorso per l’insegnamento negli istituti secondari di primo e secondo grado, secondo le modalità previste dalla normativa vigente.