Faiferri Massimo

Orari di ricevimento

cv breve

Massimo Faiferri (Cagliari, 1969) si laurea in Architettura presso lo IUAV di Venezia dove consegue il dottorato di ricerca in composizione architettonica nel 2005.

Dal 1993 al 2002 svolge attività didattica alla facoltà di architettura di Ferrara e allo IUAV, e dal 2003 come docente a contratto di progettazione architettonica alla facoltà di architettura di Alghero.

Dal 2005 al 2016 è ricercatore in composizione architettonica ed urbana.

Dal 2016 è professore Associato in composizione architettonica ed urbana.

Nel 2018 consegue l’Abilitazione Scientifica Nazionale come professore di prima fascia settore concorsuale 08/D1

progettazione architettonica.

Dal 2005 fa parte del collegio dei docenti della scuola di dottorato in architettura e ambiente.

Dal 1999 è docente al seminario di progettazione internazionale Villard e dal 2005 è membro del comitato scientifico.

Nel corso delle sue attività didattiche e di ricerca ha saputo costruire una rete di rapporti con gruppi di lavoro internazionali, svolgendo attività didattica in seminari di progettazione e Master internazionali come il Postgraduate Diploma in Design, Image and Architecture all’ELISAVA, UPF, Barcellona, il Master’s degree in International Cooperation: Sustainable Emergency Architecture all’ESARCH UIC, Barcellona e il Master Architettura e Ambiente, nib Salerno.

Membro del collegio dei docenti di alcuni Master internazionali di II livello come Waterscape. Designing settlements for sustainable coastal territories tra il DADU dell'Università di Sassari, e la Faculté d'Aménagement, d'Architecture, d'Art e Design dell'Université Laval del Québec, Mediterranean landscape urbanism: Landscape Architecture for Mediterranean Territories tra il DADU dell'Università di Sassari, l'Ecole Nationale Supérieure de Paysage ENSP Versailles/Marseille, TPAI - Territorial Planning, Art and Innovation istituito dal Dipartimento di Architettura, dell’Università delle Arti Applicate di Vienna.

Direttore e docente del Master internazionale di II livello in “Sustainable and Affordable housing” in cooperazione tra il DADU dell'Università di Sassari, la Facultade de Arquitectura dell’Universidade Tecnica de Lisboa e la Universidade Presbiteriana Mackenzie São Paulo.

E’ stato membro del comitato scientifico del Festarch07 e Festarch08 festival di architettura organizzato dalla Regione Sardegna nel 2007 e 2008. Advisor per il MAXXI al premio internazionale di architettura YAP (Young Architects Program) 2012-2013-2014-2015-2016-2017. Advisor della quinta 2015 e sesta 2018 edizione del premio “Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana”.

Membro del comitato di direzione della prima edizione del festival Cagliari Paesaggio 2017 e membro del comitato scientifico del Laboratorio internazionale Architettura e paesaggio 2017.

La sua intensa attività pubblicistica (per la quale conta oltre un centinaio di pubblicazioni scientifiche riconosciute) lo porta ad approfondire alcune tematiche tramite l’analisi del lavoro svolto da alcuni importanti riferimenti nel mondo dell’architettura (tra i quali:, A. Campo Baeza, Arata Isozaki, Alvaro Siza, Gonçalo Byrne, Boris Podrecca, Steven Holl, Glenn Murcutt, Lacaton & Vassal, Wiel Arets, Odile Decq, Jo Noero) attraverso monografie, saggi e articoli pubblicati in diverse riviste internazionali come: AREA, Casabella, Domus, d’Architettura, Interni, Monograph.it, L'industria delle costruzioni, Esporre, Paysage, Parametro.

Svolge attività di ricerca all’interno del DADU con il laboratorio ecourbanlab da lui fondato, privilegiando un approccio interdisciplinare sviluppato attraverso una fitta rete di collaborazioni con prestigiose istituzioni nazionali e internazionali, che hanno consentito ai numerosi progetti di cui è stato responsabile il raggiungimento di risultati scientifici riconosciuti.

Parallelamente alle attività didattiche sviluppa una attività di ricerca in ambito progettuale partecipando con successo a concorsi di progettazione nazionali e internazionali, risultando vincitore in numerose occasioni.

I suoi campi di ricerca si sono concentrati in questi ultimi anni sul rapporto tra residenza e città, indagando, attraverso l’organizzazione di convegni, workshop, conferenze, mostre, seminari e alcune esperienze di progetto, le potenzialità latenti delle nuove forme di residenza per la costruzione dei paesaggi urbani contemporanei e sugli spazi della didattica, considerando gli ambienti di apprendimento come spazi di interazioni complesse.

Su questi temi dal 2016 ha ideato e diretto quattro edizioni della summer school ILS Innovative Learning Spaces.